/* '); /* ]]> */ ”Quando giù nel Tavoliere tutto arde la calura a Panni, sull’altopiano Pan - Monte Sario -, si gode la frescura“ *
 Già il titolo ci porta a pensare di un paese dove paesaggio incontaminato e tanta aria salubre si intrecciano fra loro creando un territorio da favola, un mondo affascinante.
A prima vista può sembrare un paese difficile eppure quei luoghi custodiscono autentiche riserve naturalistiche che meritano di essere visitate. Per questo armatevi di macchina fotografica e via, fra colline, boschi, ruscelli che saranno la scenografia del vostro vagabondare e godervi appieno il bel paesino di montagna che si chiama Panni in provincia di Foggia.
Godetevi le stradine del paese, gli uccelli, il verde, l’aria incontaminata a testimonianza di un territorio ancora sano. Alla fine, dopo tanto girovagare per il paese e fra queste bellezze naturali, un pò di relax sicuramente vi farà bene. Non aspettatevi grandi cose, ma parlate con la gente, entrate nei piccoli negozi, sedetevi sulle panchine della passeggiata del Castello, godetevi le prelibatezze della cucina locale. Guardate tutto l’insieme ed avrete in regalo la sensazione di aver scoperto un mondo sconosciuto e da favola riportandovi indietro nel tempo; visitate questa perla del Subappenino.
Una passeggiata nel bosco, in silenzio, riempiendosi i polmoni del profumo della resina dei pini, mentre la luce filtra tra i rami. Un pomeriggio di relax, sdraiate su un morbido tappeto di erba rivolgendo lo sguardo al cielo.
Da quanto tempo non ti concedi una pausa d’immersione nella Natura? Intanto chiudi gli occhi e non sarà difficile materializzare nella tua mente questi possibili scenari.
La sensazione che ne trarrai sarà d’immediato benessere, La Natura fa parte di noi, ma di cui ci siamo dimenticati.
Aristotele scriveva che “il medico cura, la Natura guarisce”
Panni vi aspetta con tutte le sue sagre, con tutti i suoi prodotti, con tutti i gioielli del suo territorio, con tutta la sua Natura. .
" quando giù nel Tavoliere delle Puglie tutto arde la calura, su a Panni, nell'altopiano Pan Monte Sario, si gode la frescura "

Pietro De Michele

Il giorno 23 Agosto 2013 alle ore 18 presso la Sala Teatro del Polo Sociale M. Gandhi si terrà il 1° “Memorial Pietro De Michele” con consegna della Medaglia d’oro al merito di cui Pietro De Michele – fondatore del ” Il Castello: Il giornale dei Pannesi ” – è stato insignito dal Sacro Ordine Militare Costantiniano di San Giorgio,
*
Io attraverso il mio sito preferisco ricordarlo così con gli stessi posts pubblicati nei mesi scorsi sempre su questo spazio WEB:

*******
Proposta intitolazione passeggiata al Castello a Pietro De Michele
*
Così scrivevo ad Amedeo De Cotiis, al Comune e per conoscenza anche a Luca De Michele
invio proposta
Carissimo, è sempre un piacere rendermi utile con queste miei filmati specialmente quando ricorrono queste feste, approfitto per dirti questo:
gradirei sottoporre alla tua attenzione, in qualità di amministratore, ed anche al sindaco (non conosco il suo indirizzo mail ed per questo ho scritto ad [email protected] ecc…) questa mia proposta di mozione affinchè la stessa venga portata all’ordine del giorno del consiglio e della giunta per l’approvazione.
Gradirei che venisse intitolata la passeggiata al castello al nostro compaesano Pietro De Michele che da oltre sedici anni ha portato notizie nostre
Pannesi a tutti nel mondo attraverso il suo giornale appunto ” Il Castello-il giornale dei pannesi “.
In allegato alcune foto che esplicitano il mio desiderio e come io vedo l’intitolazione della passeggiata.
Ritengo che la denominazione sia conforme alla storia toponomastica del nostro paese, rispetti l’identità culturale, sociale e civile della comunità locale e che i toponimi riguardanti persone, episodi, luoghi o altro, benché di rilevanza nazionale e internazionale, siano scelti in funzione dei legami con l’identità e gli interessi della comunità locale.
Non sono esperto, credo la prassi sia che l’Ufficio Toponomastica esamini la proposta di intitolazione, tratta l’istruttoria delle relative pratiche e predispone uno schema deliberativo da sottoporre all’approvazione della Giunta Comunale.
La deliberazione della Giunta, una volta approvata, deve essere inviata al Prefetto per l’autorizzazione. Quest’ultimo, su delega del Ministero dell’Interno, può derogare al divieto posto di intitolare vie, piazze o altri luoghi pubblici a persone che siano decedute da meno di dieci anni.
Per correttezza invio questa mia proposta anche al figlio Luca De Michele affinchè anche lui ne sia a conoscenza.
Grato per l’attenzione prestatami, un saluto particolare al Sindaco, non lo conosco ma garantisce per me mio fratello Leone, suo conoscente ed amico.
Saluti a tutti
Franco
Queste le foto inviate come proposta – Clicca sulla foto per ingrandirla
PropostaIntitolazionePasseggiataAlCastello1.jpg2.jpg3.jpg4.jpg5.jpeg6.png7.png8.png9.png91.png92.png93.png94.png
Il risultato di tutto è questo:
dai destinatari di questa mail nessuna risposta;
dai Pannesi che seguono facebook nessun interesse;
download (1)

download
conclusione: la proposta non interessa a nessuno e per questo:
Pare che alcune persone si sentano importanti se hanno 3/4000 amici su facebook, o se metti”mi piace” alla sua foto… Bha ignorali pure tu, non è normale…
Ma che senso ha avere tanti amici su facebook quando non conosci nemmeno la decima parte? Sono solo dei numeri che la gente usa per darsi più importanza ma non serve a niente! Conosco persone il cui profilo ne ha soltanto 12 perché sono solo 12 le persone che conoscono e con cui vogliono restare in contatto e magari perchè sono anche lontane.. chi se ne frega se qualcuno ne ha 900, 1000 o 3000 !!