Panni (FG) la perla dei Monti Dauni Meridionali ha spiccato il volo !!!

Conoscere Panni-ritratto di uno dei borghi più belli d’Italia
Turismo, Agriturismo, villaggio turistico con annesso centro benessere per massaggi, eliporto per pronto soccorso e protezione civile, Zip-Line (volo degli angeli) prevede la sospensione di un cavo che collega la zona Castello, centro del paese, e la stazione di arrivo in località Serra area archeologica di Panni.
Inoltre sono già presenti: un ospedale di comunità ed una casa di riposo.
Tutti i progetti già approvati ed in fase di realizzazione, di seguito il dettaglio.
*
Clicca qui sotto, sulle scritte in blu, per il dettaglio di tutte le notizie, buona lettura !!!
Si ricorda che chiunque di voi potrà aggiornare le notizie su Panni collegandosi al sito della rete dei comuni italiani….
Notizie generali
*
1 – WIKI DI PANNI AGGIORNATO DAL NOSTRO COMPAESANO FRANCO COCCIARDI SUL SITO DEI COMUNI ITALIANI

Come arrivare
2 – COME ARRIVARE

Dove dormire
3 – DOVE DORMIRE

Dove mangiare
4 – DOVE MANGIARE

Gli eventi

5 – GLI EVENTI

Le associazioni

6 – LE ASSOCIAZIONI

***..***
“…respiro del vento non suoni, non voci ora io posso più udire; odo solo il bisbìglio del vento. Sono le voci della mia gente, sono l’anima della mia terra. Terra di querce piegate dal vento che i rami ne forza, ti amo e, quasi, non ti conosco……”
*
” quando giù nel Tavoliere tutto arde la calura a Panni, sull’altopiano Pan, si gode la frescura “
*
Già il titolo ci porta a pensare di un paese dove paesaggio incontaminato e tanta aria salubre si intrecciano fra loro creando un territorio da favola, un mondo affascinante.
A prima vista può sembrare un paese difficile eppure quei luoghi custodiscono autentiche riserve naturalistiche che meritano di essere visitate. Per questo armatevi di macchina fotografica e via, fra colline, boschi, ruscelli che saranno la scenografia del vostro vagabondare e godervi appieno il bel paesino di montagna che si chiama Panni in provincia di Foggia.
Godetevi le stradine del paese, gli uccelli, il verde, l’aria incontaminata a testimonianza di un territorio ancora sano. Alla fine, dopo tanto girovagare per il paese e fra queste bellezze naturali, un pò di relax sicuramente vi farà bene. Non aspettatevi grandi cose, ma parlate con la gente, entrate nei piccoli negozi, sedetevi sulle panchine della passeggiata del Castello, godetevi le prelibatezze della cucina locale. Guardate tutto l’insieme ed avrete in regalo la sensazione di aver scoperto un mondo sconosciuto e da favola riportandovi indietro nel tempo; visitate questa perla del Subappenino.
Una passeggiata nel bosco, in silenzio, riempiendosi i polmoni del profumo della resina dei pini, mentre la luce filtra tra i rami. Un pomeriggio di relax, sdraiate su un morbido tappeto di erba rivolgendo lo sguardo al cielo.
Da quanto tempo non ti concedi una pausa d’immersione nella Natura? Intanto chiudi gli occhi e non sarà difficile materializzare nella tua mente questi possibili scenari.
La sensazione che ne trarrai sarà d’immediato benessere, La Natura fa parte di noi, ma di cui ci siamo dimenticati.
Aristotele scriveva che “il medico cura, la Natura guarisce”
Panni vi aspetta con tutte le sue sagre, con tutti i suoi prodotti, con tutti i gioielli del suo territorio, con tutta la sua Natura.
Panni è un palcoscenico, un microcosmo, una metafora del mondo. La sua terra è un valore aggiunto, il centro del mondo. Come diceva Tolstoj: il tuo villaggio è il centro del mondo, racconta il tuo villaggio e racconterai del mondo, così io stò facendo.
Panni, la perla dei Monti Dauni Meridionali , ha una grande vocazione turistica e per questo sono presenti tutte le strutture sanitarie e ricettive di cui un territorio ha bisogno.
Come specificato di seguito è presente un ospedale di comunità (Unità di Degenza Territoriale) dotato di ambulanza attrezzata, una struttura Socio-Sanitaria per Anziani oltre alle strutture ricettive per un completo relax. Già approvati ed in fase di realizzazione un eliporto per pronto soccorso e protezione civile, una zip-line (volo dell’angelo più lungo d’Italia), un villaggio turistico con centro benessere per massaggi con due piscine di cui una coperta ad annesso agriturismo che sorgerà sulla vecchia struttura dell’albergo “Monti Dauni” abbandonato da oltre dieci anni.

*

Regione Puglia – Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Foggia
Oggetto: Progetto assistenza sanitaria Isole minori, Comuni dei Monti Dauni e del Gargano – Delibera CIPE 122/2015. Lavori di realizzazione elisuperficie/elisoccorso nel Comune di Panni.
D E L I B E R A
Per quanto in premessa e qui integralmente richiamato,
1. indire gara d’appalto a procedura negoziata, per l’affidamento di servizi di ingegneria ed architettura superiore a € 40.000,00 ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. b), per la Progettazione ed il Coordinamento in fase di progettazione dei lavori di “Realizzazione di una Elisuperficie/Elisoccorso nel Comune di Panni.
La Rete eliportuale pugliese risponde alla esigenza di realizzare un sistema di punti di atterraggio per elicotteri, con operatività diurna e notturna, strategicamente distribuiti sul territorio regionale e, soprattutto, gestiti unitariamente e organicamente come avviene per il sistema aeroportuale. La gara indetta da Aeroporti di Puglia è stata vinta da Alidaunia Srl, società foggiana operante da oltre trent’anni nel settore della navigazione aerea, l’unica compagnia italiana a effettuare servizi di linea con elicotteri per trasporto passeggeri, merci e posta, da oltre 21 anni. Alidaunia è titolare di servizi di protezione civile, elisoccorso (118) ed eliambulanza per conto di Pubbliche Amministrazioni in varie regioni d’Italia. Tutti i siti della rete eliportuale pugliese saranno controllati e gestiti in remoto da una centrale operativa H24, ubicata nella sede di Foggia, che assicurerà il monitoraggio continuo di impianti e servizi
A Panni è presente un ospedale di Comunità (U.D.T.-Unità di Degenza Territoriale), ponte tra il ricovero e l’assistenza a domicilio diretto da un medico e gestito da un infermiere:
Panni – U.D.T. Unità di Degenza Territoriale
Via Largo Piano s.n.c. 71020 PANNI FG
telefono: 0881 965195 – 0881 965707
fax: 0881 965029

posti letto: n. 18
orari: Lun: 8:00 14:00 15:00 18:00
Accesso: Su proposta dei medici di Medicina Generale o a seguito di trasferimento da Unità Operativa Ospedaliera. Attività ospedaliera: – Assistenza medica: il medico di Medinia Generale è presente in forma di Guardia Medica attiva e con accessi programmati con il compito di redigere e coordinare il programma assistenziale – Assistenza infermieristica: somministrazione della terapia, tenuta ed aggiornamento della cartella clinica, tutela dell’igiene personale, assistenza tutelare diurna e notturna – Assistenza riabilitativa: erogazione delle prestazioni specialistiche, cura ed aggiornamento della cartella clinica per la parte di competenza.- Funzione clinico/assistenziale dei medici di Medicina Generale – Orari: Dal Lunedì al Venerdì: ore 08.00 – 20.00 Sabato: 08.00 – 11.00. – Guardia Medica – Orari: dalle 11.00 del Sabato alle 08.00 del Lunedì (su eventuali chiamate d’urgenza). La permanenza nella struttura è consentita per massimo 30 giorni.

Inoltre è abbinato ad una Residenza Socio-Sanitaria per Anziani (Clinica Santa Maria Stella)
La casa Santa Maria Stella è ubicata in Panni al Largo Piano.
La struttura si articola in 44 posti letto, ogni camera biposto è predisposta per la dotazione di apparecchio televisivo e telefonico. La casa protetta è una struttura sociosanitaria residenziale destinata ad accogliere anziani autosufficienti ed anziani non autosufficienti..
• La casa protetta è una struttura progettata ed attrezzata in modo da garantire la massima conservazione delle capacità e dell’autonomia della persona, il mantenimento dei rapporti familiari e amicali,la conservazione delle abitudini e degli interessi di vita; offre occasioni di vita comunitaria e servizi per l’aiuto nelle attività quotidiane, attività occupazionali e ricreativo – culturali.
• La Casa protetta ha il compito di garantire agli ospiti un adeguato benessere personale ed un buon livello di confort abitativo e assistenziale che tende ad a riprodurre l’ambiente famigliare nel rispetto dell’autonomia e della riservatezza personale.
• La casa protetta è una struttura aperta. Gli ospiti, i loro famigliari e amici hanno libertà di accesso e uscita dalla struttura comunicandone la volontà alla direzione. Fornisce altresì assistenza medica, infermieristica e fisioterapica.
• Santa Maria Stella è convenzionata con:
Regione Puglia dal 20/12/2007 con codice n°0523
ASL Fg dal 01/12/2008 con codice cifra 082/Dir. 2007/00523

*
Giungere a Panni,sui Monti Dauni Meridionali, per la prima volta significa restare meravigliati e sorpresi da paesaggi, colori, tradizioni che non ci si aspetta di trovare in Puglia. Significa essere accolti da visi e sorrisi schietti, da un senso di accoglienza ed ospitalità molto speciale, che solo una terra storicamente abituata al passaggio di genti e di culture differenti, al cammino dei pellegrini, al transito dei pastori e della transumanza, può regalare. Significa fare un tuffo in un’oasi di serenità e pace, coccolati dai suoni e dai silenzi di una natura incontaminata. Significa compiere un viaggio attraverso millenni di storia.
Tornare a Panni, d’altro canto, vi darà la sensazione di ritrovare un vecchio amico, perché avrete fatto vostri quei vicoletti, quegli scorci, quei panorami, quelle tradizioni popolari ed avrete voglia di riviverli. Come se su questi monti, tra queste vallate, foste cresciuti; come se leggende e storie locali vi fossero state raccontate quando eravate bambini dai vostri nonni.
Questa è una terra accogliente, un luogo che ammalia ed abbraccia chiunque abbia la fortuna di venirci e chiunque abbia pazienza e curiosità, perché molti dei tesori presenti vanno attesi e scoperti con l’aiuto degli abitanti che, statene certi, saranno felici di accompagnarvi e guidarvi in questa esperienza.
Panni è al centro di dolci rilievi e i borghi su di essi adagiati, come tanti incantevoli presepi, si aprono alla vista di chi ad essi si avvicina con parapendii e droni, svelando lentamente e quasi con pudore le proprie bellezze. Questi luoghi vi aspettano per lasciarsi vivere nei diversi periodi dell’anno, in modo che possiate godere appieno delle differenze che l’incedere lento delle stagioni qui meravigliosamente ancora offre.
*
A piedi tra storia e natura Le piccole strade del centro storico rappresentano l’elemento peculiare del paese: esplorare gli stretti vicoli di Panni, magari con piccole action cam, significa seguire tanti mini-percorsi che conducono alle principali chiese o a scoprire i tanti bei portali scolpiti. Raggiungete il Belvedere “Toppolo” ai piedi dell’antica torre, per godere di uno splendido panorama. Uscendo dal paese si possono coniugare natura e scoperta facendo passeggiate a piedi, a cavallo oppure in bici, alla ricerca dei ruderi degli antichi mulini ad acqua o verso il querceto che circonda la Chiesa della Madonna del Bosco.

Parapendio
Panni è una terra di forti emozioni, ma molte ne riserva il cielo. La sommità del borgo è stata da anni eletta dagli appassionati di parapendio punto di lancio privilegiato per godere della vista della Valle del Cervaro, del Monte Crispiniano e dell’Altopiano di Monteleone e Montaguto.
*
Panni deve il suo nome a Pan, dio delle montagne e dei boschi, raffigurato anche nello stemma municipale. Le origini del nucleo urbano sono molto antiche, potrebbero risalire ad un periodo compreso tra il VII e V secolo a.C., anche se il borgo viene citato per la prima volta in documenti del 1400. Di epoca romana sono infatti i ritrovamenti archeologici dell’area Serra di Panni, poco distante dal paese.I tesori archeologici della Serra di Panni sono stati portati alla luce nel 2005.
Tra i rinvenimenti, le strutture murarie che delineavano perfettamente ambienti pavimentati con laterizi posti nello stile opus spicatum (spina di pesce) databili forse al V – VI secolo d. C. e reperti databili dal II secolo a. C. al VII secolo d. C.
La superficie totale è di circa 100 mq, piccola porzione di un insediamento che poteva essere di circa 1500 – 1600 mq.
Per visitare tutto ciò, Pasquale Ciruolo Sindaco di Panni e la sua Amministrazione hanno fatto questo:
*
Impianto aereo Zip-line

Panni ha preso il volo: presto si potrà vivere l’emozione unica di ritrovarsi sospesi tra i Monti Dauni grazie al progetto pensato dal sindaco Pasquale Ciruolo e dall’amministrazione comunale per incrementare i flussi turistici nel piccolo borgo tra l’Irpinia e la provincia di Foggia che conta meno di 800 abitanti, tanti quanti i metri d’altitudine.
860mila euro il costo del progetto, un percorso di circa 1,5 km ad una velocità di 80 km/h, un dislivello di 232,41 metri e una pendenza media del 16% L’impianto aereo ‘Zip-Line’ prevede la sospensione di un cavo che collega la zona Castello, centro del paese, e la stazione di arrivo in località Serra.
L’offerta di Panni, che in altre parti d’Italia ha riscontrato un enorme successo in termini di presenze, si inserisce nel solco di una strategia concreta di rilancio e sviluppo del turismo montano, che guarda al futuro e soprattutto ai benifici economici che ne deriverebbero per le attività commerciali del posto. Panni è pronta a spiccare il volo!
Partendo dal centro storico di Panni, da una quota di partenza di 846 metri, si potrà sorvolare la valle (ancorati ad un cavo di acciaio) attraversando un dislivello di 232 metri. Il panorama che si aprirà agli occhi dei fruitori comprenderà: i Monti Dauni, l’intero Tavoliere delle Puglie ed il Gargano, con il golfo di Manfredonia come sfondo.
Il progetto prevede che, una volta arrivati a valle, i visitatori potranno risalire in paese a bordo di una ‘navetta jeep’ con l’opportunità di percorrere due strade: la provinciale che collega Panni a Bovino o una strada interpoderale che attraversa i boschi dove i visitatori potranno anche ammirare un vecchio mulino ad acqua e piccoli ruscelli naturali.
*
Agriturismo

Panni (FG) Monti Dauni Meridionali “Stare in luoghi come questo significa ritrovare i valori rurali dell’Agriturismo evidenziando la grande passione degli agricoltori che hanno soffiato l’anima ai luoghi”. Visitando Panni, si rimane letteralmente stregato dalla bellezza dei paesaggi. “Il mondo agricolo mette in campo le migliori risorse umane nei territori rurali un po’ dimenticati, in questa bella cartolina. L’attività agrituristica non è solo economica, qui sono stati messi la passione, l’amore per la terra, l’identità culturale, la storia, le tradizioni, i saperi. L’agriturismo ha questa grande carica, è una stazione di servizi rurali, a partire da quelli antichi che erano la ricezione e l’ospitalità dove l’agricoltura diventa custode del patrimonio archeologico e artistico.
Inoltre è prevista la creazione di un villaggio turistico, sulla vecchia struttura dell’albergo “Monti Dauni” abbondanato da oltre 10 anni, con annesso centro benessere per massaggi e due piscine di cui una coperta per il periodo invernale per far godere Panni tutto l’anno.
*
Allegati i seguenti filmati:
– telegiornale del Mattino di Foggia del 5 maggio 2018

*
– video documentario di Franco Cocciardi






*
– video di Beppe Sfilio da youtube

This entry was posted in 11 - ADMIN. Bookmark the permalink.